venerdì 5 ottobre 2012

Assemblare un PC oggi: Scelta dei componenti hardware

Assemblare un PC (Video Tutorial)

POTETE LEGGERE LA VERSIONE AGGIORNATA DI QUESTO POST QUI

La domanda è semplice: se voglio assemblare un PC oggi, quali componenti scelgo? Prima di dare una risposta a questa domanda dobbiamo però capire quale sarà l'utilizzo che faremo del PC una volta assemblato.
Un PC particolarmente performante, come quello che sto proponendo, è necessario solo se l'utilizzo sarà per il videoediting o per i videogiochi.


Per tutti gli altri utilizzi, come la rielaborazione delle fotografie, elaborazione audio ecc. non è necessario un PC particolarmente performante. Se poi l'utilizzo prevalente è navigare in Internet, l'utilizzo del pacchetto Office e poco altro ancora, sarà sufficiente un Notebook da 400 euro. L'alternativa ad i Notebook da 400 euro sono i Tablet, tant'è che già oggi, quest'ultimi dispositivi, hanno decretato la fine dei Netbook. Le differenze sostanziali fra Notebook, Netbook e Tablet sono descritte qui.

Fatte le dovute premesse procediamo con la scelta dell'hardware:

Processore: AMD o Intel?
Non ho dubbi; purtroppo AMD è ancora lontana dalle performance dei processori Intel, la scelta ricade pertanto sull'Intel i5-3570K Ivy Bridge (220 euro), o ancora meglio sull'Intel i7-3770K Ivy Bridge (320 euro).

Per la scheda madre, poiché abbiamo scelto il socket LGA 1155 e l'architettura Ivy Bridge, il Chipset che sfrutta al massimo tutte le features di questi processori è lo Z77. Al momento è particolarmente apprezzata la scheda madre ASRock 1155 Z77 Extreme4 (120 euro).

L'accoppiata dei processori Ivy Bridge con i chipset Z77 permette di non installare una scheda grafica nel PC. Infatti, come è possibile notare dalle foto, la scheda madre in questione ha tre differenti uscite video che permettono di collegare il PC direttamente alla TV o al monitor.


Per quanto riguarda la Ram mettetene più che potete. Partiamo da almeno 8GB meglio se 16GB. Cerchiamo di non spendere troppi soldi per Ram performanti dal punto di vista delle velocità di accesso ai dati. Una Ram più veloce rispetto ad un'altra influisce poco sulla performance complessiva del PC. Meglio, molto meglio allora spendere quei soldini in più, che una Ram più veloce richiede, per un banco di Ram aggiuntivo. Attualmente un buon compromesso fra prezzo quantità di Ram, velocità e stabilità per il chipset Z77 sono le DDR3 1600Mhz CL9. Il prezzo varia in funzione della marca e dei dissipatori comunque per 16GB stiamo suo 100 euro. (Consiglio 4 banchi da 4GB o 2 da 8GB perchè la scheda supporta la tecnologia  dual channel).

La scheda grafica è un hardware che può influire notevolmente sul costo complessivo del PC. Ribadisco che nella configurazione che sto proponendo non siamo costretti ad acquistare per forza una scheda grafica. Sia l'i7 3570K che l'i7-3770K ne contengono già una al loro interno pertanto l'acquisto, di una scheda grafica dedicata, lo consiglio ai videogiocatori e a chi deve fare molti rendering.
Per esperienza diretta non spenderei più di 200/300 euro per una scheda grafica. Un buon compromesso può essere l'ATI HD7950 (250-300 euro) oppure l'ATI HD7870 (200-250 euro). Negli ultimi mesi però sto leggendo da più parti che le nVidia hanno una mezza marcia in più rappresentata anche dalla qualità dei driver tant'è che costano qualche decina di euro in più. Rimanendo sulla stessa fascia di prezzo delle ATI sopra menzionate possiamo scegliere o la GTX-670 (350 euro circa) oppure la GTX-660 (300 euro circa).

Per quanto riguarda invece l'hard disk consiglio ovviamente un SSD divenuti ormai abbordabili dal punto di vista del loro costo.. Un hard disk SSD da 128GB (sufficienti per Sistema Operativo e software maggiormente utilizzati), costa circa 100 euro. Ovviamente poi aggiungiamo un hard disk tradizionale da almeno 1TB per i dati (oppure per mettere sia i dai che un altro Sistema Operativo per le ragioni che descrivo qui).

L'alimentatore non è un hardware da sottovalutare per la stabilità del sistema. Una alimentazione insufficiente  causa congelamenti e crash di sistema. Se nel PC è presenta una scheda grafica prendiamo un alimentatore  da 600W se ne abbiamo due da 800W se invece non abbiamo installato schede grafiche sono sufficienti 450W. Insomma la potenza dell'alimentatore è funzione di quanti hardware dobbiamo alimentare. Il costo di un alimentatore non dipende solo dalla potenza che può erogare, ma ovviamente anche dalla stabilità della tensione in uscita che eroga, quindi dalla qualità dei componenti, dalla sua silenziosità ecc. ecc. 
Senza voler esagerare spendiamoci però almeno 80/120 euro. 

Anche il case/cabinet come l'alimentatore non è da sottovalutare. Un case/cabinet dalle ridotte dimensioni con al suo interno hardware che scaldano molto può comportare a malfunzionamenti di tutto il sistema  (a causa dell'alta temperatura che può crearsi a suo interno), dovuto ad un insufficiente ricircolo dell'aria. Un buon compromesso, senza doversi svenare potrebbe essere il Corsair Carbide Series 400R (100 euro circa).

Un ultimo consiglio che posso darvi è quello di raffreddare almeno il processore con un sistema a liquido che oltre a  permettere l'eventuale overclock del processore permette di abbattere di buon grado il livello di rumosità di tutto il sistema. Un esempio potrebbero essere i Corsair Hydro Series oppure gli Antec Khuler e spenderci non più di 100 euro.

E' chiaro che le mie sono delle indicazioni di massima si può spendere molto di più ma anche risparmiare qualcosina.

Buon assemblaggio!











15 commenti:

  1. E bravo... mo' pensiamo al mio veh?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faremo un PC stratosferico a costo contenuto :-D

      Elimina
  2. Per tutti gli altri utilizzi, come la rielaborazione delle fotografie, elaborazione audio ecc. non è necessario un PC particolarmente performante... Cioè quali componenti hardware consiglieresti x assemblare un PC con queste finalità, magari usando PS CSx x elaborare le foto e un multitasking non esagerato? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie per il tuo interesse al mio post. Prima di tutto bisogna sapere quanto utilizzi il PC per gli scopi che hai menzionato. Ad esempio se ti riferisci solo alla rielaboarazione delle fotografie dell'estate, di quando si passa un fine settimana fuori porta ecc. allora è sufficiente un notebook da 600 euro circa.
      Se invece l'utilizzo è più frequente, senza stavolgere il PC proposto nel post, valuterei come processore l'intel i5-3570, che, a differenza di quello che consiglio nel post, non è (teoricamente), overclockabile pertanto consente di risparmiare sul sistema di raffreddamento del processore utilizzando il dissipatore e la ventola che vengono venduti insieme al processore. Così facendo si elimina il costo del raffreddamento ad acqua utile solo per chi vuole overckloccare il processore.
      Non acquistare la scheda grafica (è sufficiente quella integrata nel processore), anche perché puoi acquistarla in un secondo momento. A questo punto il tuo PC non scalderà molto pertanto puoi acquistare un case/cabinet anche più piccolo di quello consigliato orientandoti per un mini tower dal costo più contenuto.
      Sulla scheda madre è sempre meglio non lesinare troppo come anche per la memoria RAM, pertanto le scelte le lascerei invariate rispetto al PC del post.
      Se sei invece un audiofilo non potrai accontentarti della scheda audio integrata nella scheda madre ma, per notare la differenza rispetto a questa, dovrai spendere da 150 euro in su nonché avere un impianto audio di buon livello. Alle Creative X-Fi preferisco le Asus Xonar ma questo dipende dai gusti.

      Elimina
    2. Grazie. Non sono interessato all'audiofilia (e nemmeno ai giochi), mentre sono un appassionato di fotografia (lavoro in raw) e utilizzo con regolarità Photoshop CS5 e Lightroom. Faccio invece videoediting a livello di "recita scolastica dei bambini". Cosa ne pensi dell'alternativa AMD FX 8150? Ho letto un po' in giro, ma le opinioni sono contrastanti... Nel caso a quale MB lo assoceresti?
      Grazie ancora è complimenti per l'ottimo blog.
      P.S.: con iOs ho problemi a correggere il testo qui...

      Elimina
    3. ...e allora se ti dedichi al videoediting la faccenda si complica. Molto probabilmente fai riprese in HD o cmq è probabile che in futuro tu le faccia. Nel videoediting viene "spremuto" all'inverosimile il processore pertanto non puoi lesinare su questo hardware anzi, a questo punto baserei la macchina sul socket LGA 2011 con l'intel i7-3820 e non sul socket LGA 1155 come consiglio su quest'altro post
      http://prosumer-tech.blogspot.it/2012/02/core-i7-3930k-vs-core-i7-3820-core-i7.html
      Detto questo se vuoi rimanere sul socket LGA 1155 (peraltro ottimo), visto che fai editing video metti l'i7-3770 (la versione non overckloccabile.
      Se vuoi aggiungere una scheda grafica prendi le nVidia poiché provviste della tecnologia CUDA appositamente studiata per il rendering video.
      Al di là dell'hardware però poi sarà molto importante la scelta del software per fare editing video e, secondo me, un ottimo software per montare video amatoriali è LoiLo-Scope (http://loilo.tv/us/) sconosciuto ai più ma oltre ad avere una interfaccia semplice ed intuitiva è stato progettato da due programmatori giapponesi di videogames (e chi programma videogiochi ne sa molto su come sfruttare al meglio le capacità hardware), pertanto gira che è una meraviglia! Sulla stessa macchina da le piste ai software più blasonati in quanto a velocità di calcolo.
      Per quanto riguarda il processore AMD sarò sincero, ne so poco o, almeno non a sufficienza per dare un consiglio. Nel mio blog metto a disposizione le mie esperienze dirette/indirette e pertanto parlo solo di ciò che conosco in qualità di consumatore. Mi sono allontanato dal mondo AMD da diversi anni, da quando cioè non riesce a stare al passo con Intel. Posso dirti che un mio amico (esigente), ha avuto lo scorso anno una macchina basata su un processore AMD (non ricordo quale), e nel giro di pochi mesi è tornato alla piattaforma Intel.

      Elimina
  3. Non mi sono spiegato. Intendevo dire che il mio editing video è meno che occasionale e con le pretese qualitative tipiche dei nonni che vogliono rivedere ad libitum le performances dei loro nipotini alla recita dell'asilo: cioè asintotica mente tendente all'infinito. Grazie ancora x i preziosi consigli: credo che quel che fa al caso mio sia l'i5 3570 non K ecc. ecc.
    Alla prossima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona scelta con l'i5 3570. Ricordati di installare comunque tanta memoria e se ne hai la possibilità prova LoiLo Scope. Ciao!

      Elimina
  4. Ciao Alessandro
    Volevo chiedervi alcune delucidazioni inerenti alla tua risposta alla mia mail. Effettivamente anche a me erano venuti dubbi che 128 GB erano pochini ma da quanto ho letto, lo sarebbero anche 256 GB e quindi se ho capito bene, mi consiglieresti di andare su un SSD con capacità di 480 GB o 512GB, rimanendo sempre nell’opzione SSD. Sì il PC sarà costruito per editing foto e video anche se inizialmente la mia maggior attività sarà per l’elaborazione avanzata d’immagini. L’unica cosa che non mi è chiara riguarda la scelta HHD. Avevo pensato sfruttando le mie reminiscenze informatiche dei tempi dell’università di installare 4 hard disk tradizionali da almeno 500GB ai fini di archiviazione e back-up dati per implementare una configurazione RAID INTEL RAPID (MATRIX) STORAGE TECNOLOGY in modo da sfruttare i vantaggi della configurazione RAID a fronte però di un maggiore spesa. Però, il fatto di portare la capacità di ogni singolo HHD da 500 GB a 1TB è solo per avere una maggior capienza finale o mi consiglieresti anche di cambiare tipo di configurazione RAID per esempio 3 HHD da 1TB in RAID 10 (1+0)? Il Seagate Barracuda Seagate Barracuda 7200.14 1Tb 7200rpm 64Mb SataIII 3.5" è una buona alternativa al WD Cavier Black? Ti ringrazio fin da ora.
    Saluti
    Riccardo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per quanto riguarda l'ssd fossi in te mi orienterei su questo http://www.prokoo.com/samsung-serie-basic-500gb-sata-p-60518.html Non amo fare pubblicità sul mio blog ma questo hard disk ha un ottimo rapporto qualità/prezzo e 500GB mi sembrano sufficienti per quello che devi fare. Per quanto riguarda gli hard disk per lo storage non avevo compreso che erano ben 4 hard disk da 500GB. Direi allora che il taglio da 500GB è sufficiente. Per quanto riguarda la configurazione RAID ti sconsiglio il RAID 0 perchè la performance non aumenta così tanto e la possibilità di perdita dati è notevole (da esperienza diretta). Va bene invece per la sicurezza dei dati il RAID 1 (Mirroring). Il RAid 0 non mi piace per i motivi che ho descritto in quest'altro post: http://prosumer-tech.blogspot.it/2011/01/video-editing-hard-disk-stato-solido-vs.html
      i prezzi ovviamente a cui faccio riferimento si riferiscono ad un anno
      fa... Infine tra il seagate ed il WD non saprei consigliarti, non ho una esperienza diretta da poterti dire quale sia il migliore credo tuttavia che siano equivalenti. Ciao!

      Elimina
    2. Ciao Alessandro,
      facendo seguito alla tua risposta penso di non essermi spiegato bene. Quando parlavo di implementare una configurazione Intel Rapid Storage Technology per migliorare le prestazioni e l'integrità dei dati, non mi riferivo alla creazione di array RAID Matrix con un piccolo RAID 0 (striping) per il back up dati, e un più grande RAID 1 (mirror) per la memorizzazione dei dati critici, ma a una configurazione RAID Matrix con RAID 0 e RAID 5 su quattro hard disk. Questo tipo di configurazione fornisce sia una protezione dei dati migliore di un livello RAID 0 sia un volume di archiviazione su RAID 5 in cui i dati possono essere protetti da un singolo guasto del disco rigido. Una Matrix RAID con quattro HDD così implementata, mi consente di creare due volumi RAID (un volume di protezione in RAID 5 per l’archiviazione dei dati importanti (foto, video e back up SO e programmi) e un volume performance in RAID 0 per i dati non critici (file di paging, scratch disk, digital media workspace) in un unico array RAID. Inoltre, questa combinazione Matrix RAID penso che sia in grado di fornire una maggiore capacità di storage totale e prestazioni migliori rispetto a un singolo livello RAID 5. Quando mi consigliavi di lasciar stare il WD Caviar Green ti riferivi al fatto che quest’ultimo provoca problemi sul controller RAID 5 oltre al fatto che è anche fastidioso quando si ha bisogno di accedere all'unità e si deve attendere qualche secondo per girare il backup oppure se ti limitavi soltanto a un discorso concernente la velocità? Inoltre, mi sorge un dubbio inerente alla capacità di ogni singolo HDD, secondo te sarebbe meglio, per evitare colli di bottiglia sugli HDD considerare per ciascun HDD una capacità di 1 Tb tenendo conto che bisogna fare una partizione in due volumi e soltanto il 75% delle capacità totale delle unità è utilizzabile poiché il restante 25% è utilizzato per memorizzare le informazioni di parità, comunque questo tipo di array MATRIX RAID consente anche una minore riduzione di capacità rispetto al RAID 1. Proprio per questo motivo ho preferito questo tipo di configurazione rispetto a una configurazione RAID matrice con RAID 0 e RAID 10 anche se le prestazioni del sistema durante una ricostruzione dell'unità sono sensibilmente superiori a parità di base del livello RAID 5. Ho lasciato correre una configurazione RAID matrice con RAID 10 e RAID 5 perché mi sembrava troppo ridondante per le mie esigenze.
      A questo punto ti volevo chiedere per contenere i costi forse è meglio considerare una semplice implementazione RAID 10 (1+0) con 4 HDD da 500 Gb Caviar Green (ho letto che i modelli EAZRX non hanno problemi su controller in RAID 1 e 0) per creare una combinazione di livelli RAID 0 e 1, formando un array RAID 0 da due array RAID 1. Il vantaggio principale di una configurazione RAID 10 è che combina i vantaggi di prestazioni su RAID 0 e la tolleranza agli errori su RAID 1. Esso fornisce una buona affidabilità dei dati in caso di guasto di un singolo disco. Quando un disco rigido si guasta, tutti i dati sono immediatamente disponibili dalla metà dello specchio senza alcun impatto per l'integrità dei dati. A questo punto è lecito domandasi se i vantaggi di una combinazione RAID 0 e RAID 1 sono da giustificare rispetto a una riduzione del 50% della capacità totale delle unità? Si deve dare più importanza alle esigenze di grandi quantità di archiviazione di dati critici o ai possibili problemi di prestazioni durante la ricostruzione di unità, e dei possibili cali di prestazioni in scrittura nel caso in cui la cache non è utilizzata? I vantaggi di prestazioni su RAID 0 riescono a ridurre il gap delle prestazioni dei WD caviar green rispetto ai WD cavier black? Ho davvero maggior performance con un array RAID MATRIX con RAID 5 e RAID 0 rispetto ad una semplice configurazione RAID 10 a fronte di un eventuale sovraprezzo? Ti ringrazio fin da ora

      Elimina
    3. Ciao Riccardo, mi sembra di aver capito che sulle configurazioni RAID tu ne sappia più di me quindi a molte delle domande non sono in grado di risponderti. A suo tempo provai un RAID 0 e quindi le mie conoscenze dirette si fermano lì. Non so dirti pertanto se una configurazione RAID 0 può recuperare il gap di prestazioni fra il Cavier Green ed il Black... presumo di si ma non ho dati per poterlo dimostrare. Quando ti dissi di lasciar stare il Cavier Green in favore del Black era solo per un discorso di differenza di performance fra i due hard disk e riguardo alla capacità non avevo capito che ne volevi installare ben quattro. Comunque da quello che scrivi il RAID 10 sembra interessante. Del RAID 5 non ne conosco le performance però io eviterei troppi pastrocchi con gli hard disk. La sicurezza che oggi ho nello smontare un hard disk ed avere la sicurezza al 100% di poterlo leggere su qualsiasi altro PC anche se a fronte di una minore performance è impagabile... Gli hard disk sono l'anello debole di tutto il sistema in particolar modo gli hard disk meccanici... Per quanto mi riguarda non farò più configurazioni RAID :-) Tu però non puoi non farla, mi sembri affascinato dalle configurazioni RAID come lo sono stato io in passato... Vai con il RAID 10, tuttosommato mi sembra quello più sicuro. Riguardo alle capacità questo dipende dalle tue esigenze... Ma nei 4 hard disk in configurazione 10 li usi solo per il salvataggio dei dati o anche per il software? I software per il montaggio video dove li fai lavorare?

      Elimina
  5. non lo so per me non funziona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbe essere più preciso? In che senso secondo lei non funziona? Comunque le posso assicurare che dopo averlo assemblato funziona perfettamente. Provare per credere!

      http://prosumer-tech.blogspot.it/2013/02/assemblare-un-pc-videotutorial.html

      Elimina
  6. Nice Information! I personally really appreciate your article. This is a great website. I will make sure that I stop back again!
    assemblare pc

    RispondiElimina